Angelo Bruno Building Workshop. La casa per l’inverno

Due unità abitative vengono annesse per formare un unico ampio appartamento che diventa la residenza d’inverno dei proprietari. Che si riservano la possibilità di tornare allo stato iniziale in un futuro
(foto Marco Greco)

A Martina Franca (Ta) i proprietari di un appartamento da poco ristrutturato colgono l’opportunità di acquistare l’unità abitativa adiacente per allargarsi e concedersi una residenza d’inverno di 160 metri quadrati. Ma il progetto, incaricato allo studio di progettazione Abbw Angelo Bruno Building Workshop, non è semplice: l’appartamento da annettere risale agli anni Settanta e deve essere integrato senza stravolgere troppo l’abitazione fresca di ristrutturazione.

Il mobile che incornicia il camino a gas funge da guardaroba ed è stato realizzato su misura (foto Marco Greco)

L’intervento deve garantire un’unità formale minimizzando gli interventi sulla parte nuova, ma non è tutto: su espresso desiderio dei proprietari, in futuro le due unità annesse devono poter essere nuovamente separate. È per questo che il disegno complessivo e il progetto degli impianti deve tenere conto di entrambe le variabili senza rendere manifesta quest’ultima.

La committenza ha richiesto una cucina di dimensioni generose (foto Marco Greco)

L’architetto Angelo Bruno, progettista e titolare dell’impresa di costruzione che ha realizzato i lavori, si è occupato di tutto l’iter progettuale e burocratico fino alla consegna della casa: «Il nostro obiettivo è la ricerca della qualità architettonica indipendentemente dal tema e dal budget. La soddisfazione del cliente, la qualità costruttiva, l’attenzione e il rispetto per l’ambiente sono i nostri valori aziendali. Lo studio si occupa di definire e progettare la migliore soluzione per la committenza, con particolare attenzione all’innovazione tecnologica e tipologica».

Cosa è cambiato
A un appartamento, fresco di ristrutturazione, ne è stato annesso un altro adiacente, per creare un’unica unità abitativa di 160 metri quadrati. La sfida è stata quella di creare un progetto unitario senza stravolgere totalmente l’appartamento rinnovato di recente, e allo stesso tempo porre le basi per un eventuale futuro ritorno alla situazione d’origine con le due unità abitative nuovamente separate.
Nel corridoio la boiserie bianca è stata realizzata su misura in legno laccato bianco opaco mentre l’armadio è in noce canaletto tinteggiato (foto Marco Greco)

Per limitare al massimo gli interventi sulle murature, il vecchio appartamento della proprietà viene trasformato nella zona notte, con tre camere da letto, un’ampia cabina armadio e i due bagni, di cui uno dotato di spa su richiesta della committenza.

Il bagno di circa 10 metri quadrati comprende anche una zona spa con il bagno turco separato (foto Marco Greco)

La maggior parte delle demolizioni si concentra dunque nell’appartamento acquistato, che ospita esclusivamente la zona giorno composta dai due ampi locali di cucina e soggiorno, che i proprietari desideravano di dimensioni generose.

La camera da letto padronale su cui si apre la cabina armadio di quasi 15 metri quadrati (foto Marco Greco)

Trattandosi essenzialmente di tramezzature le demolizioni non hanno comportato difficoltà. Gli attacchi della seconda cucina vengono nascosti nel locale destinato alla cabina armadio della camera padronale, mentre l’impianto di riscaldamento, con radiatori, è alimentato da una caldaia ma è progettato per poter essere sdoppiato.

Il bagno di servizio (foto Marco Greco)

I locali, alti più di tre metri, erano stati controsoffittati nella recente ristrutturazione: l’operazione di cucitura ha previsto un ampio uso dei controsoffitti in cartongesso anche nella zona giorno. Tutti i muri dell’appartamento sono stati imbiancati con il grassello di calce. Particolarmente attenta la progettazione domotica della casa: il sistema di apertura e chiusura delle tapparelle elettriche, l’impianto antifurto possono essere gestiti da controllo remoto. L’impianto di filodiffusione è presente in tutti i locali, bagni compresi. Per l’illuminazione della zona giorno sono stati scelti dei faretti gli strip led incassati nel controsoffitto, che fungono anche da luci d’emergenza. Gli arredi fissi, porte comprese, sono stati realizzati su disegno del progettista, tranne la cucina.

La filiera delle professioni
Il progettista
Non solo progettazione
«La nostra filosofia si basa sulla capacità di offrire progettazione ed esecuzione globale dell’incarico professionale di alta qualità, disponendo di attrezzature e maestranze che operano da anni nel settore edile a “regola d’arte”». Angelo Bruno, Angelo Bruno Building Workshop

 

 

Il produttore
Performance e ampia scelta
In uno dei bagni e in cucina sono stati installati radiatori e scaldasalviette modello Karin Vx e Lucy di Cordivari. Luca Di Giannatale, responsabile marketing e comunicazione dell’azienda ne illustra le specificità: «Performance e sicurezza sono una delle caratteristiche dei nostri scaldasalviette, che infatti dispongono di kit di fissaggio a parete conformi alla norma tedesca Vdi6035 che assicura la sicurezza della tenuta del fissaggio al radiatore contro sganciamenti o cadute accidentali anche se gravosamente sollecitati. A ciò si aggiunge la vasta scelta di finiture e colori disponibili e la possibilità di installare, oltre alle valvole in tinta, anche una serie di accessori coordinati come portasciugamani e appendiabiti.». Ecco i consigli che Di Giannatale si sente di dare a chi commercializza questi prodotti: «Una scelta attenta tra i numerosi modelli e il giusto accostamento di accessori e finiture sono la chiave di una proposta vincente per tutte le situazioni e ogni budget del cliente finale. Questo il consiglio che ci sentiamo di dare ai rivenditori, ricordando che la soddisfazione di chi acquista risiede nella capacità di comprendere e adattare le soluzioni alle esigenze di ciascuno. Nella realizzazione curata da Angelo Bruno vediamo splendidamente realizzata un’installazione perfetta nell’accostamento dei modelli, degli accessori tecnici e dei colori. Ciò dimostra come la cura e l’attenzione verso l’esecuzione complessiva dell’intervento renda sempre risultati eccellenti sia che si utilizzino modelli classici, sia optando per design più audaci». Luca Di Giannatale, Responsabile Marketing e Comunicazione di Cordivari

 

Il distributore
Attenzione e sensibilità per il mercato
Nata nel 1986 a Martina Franca (Ta) come azienda a conduzione familiare, Puglia Termica, nel giro di pochi anni ha visto crescere la propria posizione nell’ambito del mercato locale fino a diventare una delle più importanti realtà del Sud Italia. Fornendo consulenza, prodotti e servizi adeguati alle esigenze della clientela, i fratelli Scialpi hanno permesso all’azienda di affermarsi nel settore del riscaldamento, climatizzazione, trattamento aria e acqua, eccetera. Questa rapida espansione è stata attuata attraverso un’organizzazione logistica tale da ottimizzare l’efficienza del servizio rivolto alla clientela, ma anche attraverso la promozione di iniziative atte a favorire e migliorare la conoscenza dei prodotti commercializzati. Un servizio particolarmente apprezzato è il listino elettronico e cartaceo a disposizione degli installatori, la cui semplice consultazione fornisce i prezzi dell’intera gamma dei prodotti commercializzati. Inoltre l’azienda organizza, in collaborazione con i fornitori, meeting e visite guidate presso gli stessi o all’interno dei propri locali coinvolgendo gli installatori interessati. Antonio e Francesco Scialpi, titolari di Puglia Termica 

 

L’imprenditore edile 
Esperienza a 360 gradi 
Il lavori di ristrutturazione sono stati realizzati dall’impresa Angelobruno S.r.l., il cui titolare è anche l’architetto progettista: «Ci siamo ritrovati a unificare due appartamenti con caratteristiche molto diverse: mentre uno era completamente da rifare perché praticamente originale degli anni Settanta, l’altro era stato ristrutturato di recente e non si voleva stravolgere eccessivamente lo stato di fatto, anche per un contenimento dei costi. In quest’ottica, fondamentale era dare continuità al progetto finale: tra gli altri lavori di “cucitura” abbiamo proseguito con le controsoffittature che caratterizzavano la parte ristrutturata anche nella parte “annessa”. Il rivestimento di tutte le pareti in grassello di calce e una pavimentazione ceramica omogenea hanno contribuito a completare la fusione delle due unità». Angelo Bruno, titolare di Angelobruno

SCHEDA
Progetto e direzione lavori: Angelo Bruno, Abbw Angelo Bruno Building Workshop
Luogo: Martina Franca (Ta)
Tipologia di opera: Ristrutturazione
Superficie: 160 metri quadrati
Impresa: Angelobruno S.r.l.
Rubinetteria: Teuco, Treemme, Bossini
Sanitari: Teuco, Archeda, Duravit, Grandform
Radiatori: Cordivari
Rivestimenti: Sintesi, Appiani, Porcelanosa
Bagno Turco: Effegibi Touch&Stim 45
Cucina: Lube
Illuminazione: Pan International
Interruttori: Bticino
Camino a gas: Dim’ora Frontal Glass Duet Premium
Tendaggi: Zimmer+rohde
Fotografie: Marco Greco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here